Reggio Calabria: sequestrata concessionaria affiliato
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 444 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Reggio Calabria: sequestrata concessionaria affiliato

Reggio Calabria e Provincia
Typography

I finanzieri del comando provinciale di Reggio Calabria hanno sequestrato una concessionaria di auto e la società che la gestisce per un valore stimato di 300 mila euro.

 

La società, secondo quanto emerso dalle indagini economico patrimoniali condotte con il coordinamento del procuratore della Repubblica Federico Cafiero de Raho e dal procuratore aggiunto Gerardo Dominijanni, risultava amministrata da una donna ma in realtà sarebbe stata gestita di fatto dal marito già destinatario di misura di prevenzione perché ritenuto organico alla cosca Labate.

 

Secondo l'accusa la società, costituita nel 2013, altro non era che la naturale continuazione di una precedente attività gestita dall'uomo, il quale ha fittiziamente indicato la moglie quale amministratrice al fine di aggirare i vincoli della legge antimafia cui è sottoposto. Nella concessionaria sono state trovate numerose auto tra cui anche una Jaguar ed una Mercedes.