Pozzuoli: dà fuoco a compagna incinta, bimba fatta nascere prima
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 225 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Dà fuoco a compagna incinta, bimba fatta nascere prima

Italia
Typography

Al culmine di una lite dà fuoco, con l'alcol, alla propria compagna incinta e poi scappa: è successo a Pozzuoli (Napoli).

 

La donna di 38 anni, Carla Ilenia C., è stata soccorsa e trasportata dal 118 nel reparto grandi ustionati dell'ospedale Cardarelli di Napoli. I medici hanno deciso di far partorire la donna: la neonata, sebbene prematura, sta bene. La donna ha ustioni sul 40 per cento del corpo, la prognosi per lei è riservata. Carla era all'ottavo mese di gravidanza.

 

L'uomo è stato arrestato a Formia (Latina) dove ha avuto un incidente stradale: ai carabinieri ha confessato l'accaduto. Si chiama Paolo Pietropaolo, di 40 anni, ed è già noto alle forze dell'ordine per reati di droga. I carabinieri lo hanno portato nella caserma di Formia per farlo sottoporre ad interrogatorio da parte del magistrato di turno della procura della Repubblica di Cassino. L'episodio si è verificato davanti all'abitazione dei due che si trova in un parco residenziale. Dopo aver dato fuoco alla compagna l'uomo è salito a bordo dell'auto di famiglia ed è fuggito mentre le fiamme divampavano sul corpo della donna incinta. A soccorrerla è stato un vicino di casa che ha spento le fiamme, poi il soccorritore ha chiamato il 118.

 

La piccola, nata con il cesareo a 34 settimane di gestazione, verrà chiamata Giulia Pia. La madre lavora come estetista, mentre l'uomo che le ha dato fuoco vive grazie all'amministrazione dei beni di famiglia. I medici del Cardarelli definiscono "molto serie" le condizioni della paziente, che è intubata. Il compagno ha riportato lievi contusioni nell'incidente stradale: l'auto su cui stava viaggiando è finita contro un guard rail.