Reggio Calabria: sorpresi a rubare legna ulivo, arrestati
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 1020 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Reggio Calabria: sorpresi a rubare legna ulivo, arrestati

Reggio Calabria e Provincia
Typography

Sono stati sorpresi mentre stavano rubando 25 quintali di legna di ulivo sui terreni di un'azienda di Gioia Tauro, attualmente in amministrazione controllata.

 

Cinque persone, G.M., 54 anni, di Cinquefrondi; S.B. (37) di Rizziconi; V.R. (39) di Giorgio Morgeto, e A.M. (38) di Cinquefrondi, sono state arrestate in flagranza di reato dai carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro, ad Anoia, con l'accusa di furto. I cinque, muniti di attrezzi per il taglio e motoseghe, sono stati sorpresi mentre stavano segando alcuni alberi e facendo a pezzi la legna di altre piante danneggiate dal maltempo, per poi caricare il materiale su un furgone. L'azienda proprietaria dei terreni, ubicati in contrada Morogallo, già nei giorni scorsi aveva subito un furto analogo.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003