Reggio Calabria: intesa per superare tendopoli Rosarno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 630 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Reggio Calabria: intesa per superare tendopoli Rosarno

Reggio Calabria e Provincia
Typography

Il prefetto di Reggio Calabria, Claudio Sammartino, ha sottoscritto un protocollo per la soluzione della situazione del campo di San Ferdinando e Rosarno dove vivono migliaia di migranti impegnati nella raccolta degli agrumi.

 

Intesa per superare tendopoli Rosarno
Intesa per superare tendopoli Rosarno

 

Alla riunione erano presenti organismi umanitari (Caritas, Croce rossa rappresentata dalla vicepresidente nazionale Anna Maria Colombani, Emergency, Medu), la Provincia, la Protezione civile regionale e le forze dell'ordine. Si tratta, ha detto il Prefetto "di un protocollo non di intenti, ma operativo che si svilupperà in due fasi. La prima comprende interventi immediati di messa in sicurezza, di bonifica del territorio circostante: sanificazione, riconduzione a legittimità, verifica degli impianti elettrici, idrici e igienici. Tutto questo nella consapevolezza che il campo va superato. In questa fase stiamo sostituendo le tende ma presto partiranno provvedimenti amministrativi della Regione di integrazione dei lavoratori nel tessuto abitativo della Piana di Gioia Tauro".