Caserta: calcio, Aversa-Cavese, scontri tifosi-Ps
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 118 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Caserta: calcio, Aversa-Cavese, scontri tifosi-Ps

Italia
Typography

Scontri tra polizia e tifosi sono avvenuti ad Aversa (Caserta), all'esterno dello stadio prima del match di Serie D tra la squadra locale e la squadra salernitana della Cavese.

 

Calcio: Aversa-Cavese, scontri tifosi-Ps
Calcio: Aversa-Cavese, scontri tifosi-Ps

 

Duecentocinquanta tifosi salernitani hanno forzato il posto di controllo predisposto dalle forze dell'ordine all'esterno dell'impianto e Polizia e Carabinieri hanno reagito con delle cariche: ci sono stati violenti scontri durante i quali il dirigente del commissariato di Aversa, Paolo Iodice, è rimasto contuso. Il funzionario è andato in ospedale dove i sanitari lo hanno sottoposto a controlli e poi dimesso. Indagini sono in corso, inoltre, sulla sparizione di un manganello che sarebbe stato strappato dalle mani di un poliziotto da alcuni ultrà durante gli scontri. Dopo la partita, terminata senza problemi di ordine pubblico, i tifosi ospiti sono raccolti e scortati all'esterno dello stadio e identificati dalla Polizia. Non si esclude che scattino denunce e daspo nei confronti dei facinorosi.