CATANZARO, giovane ucciso nel Lametino, due arresti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 611 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

CATANZARO, giovane ucciso nel Lametino, due arresti

Catanzaro e Provincia
Typography

Episodio risale a '95, provvedimenti eseguiti da Squadra mobile

CATANZARO, 8 SET - La Squadra mobile di Catanzaro ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse a carico di due cugini omonimi, Bruno Gagliardi, di 42 e 50 anni, accusati di avere partecipato all'omicidio di Gennaro Curcio, di 26 anni, accaduto a Nocera Terinese il 17 agosto del 1995. Uno dei due cugini, quello di 50 anni, é stato arrestato a Milano, dove era ricoverato per accertamenti sanitari, mentre all'altro il provvedimento é stato notificato nel carcere di Terni dove é detenuto perché già arrestato nell'operazione "Andromeda" eseguita dalla stessa Squadra mobile di Catanzaro nel maggio del 2015. Un contributo importante alle indagini lo hanno dato le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Gennaro Pulice, che si é autoaccusato dell'esecuzione materiale dell'omicidio, maturato in un ambito di contrasti tra cosche di 'ndrangheta. Le ordinanze sono state emesse dal Gip distrettuale di Catanzaro su richiesta del procuratore aggiunto Giovanni Bombardieri e dal pm Elio Romano.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003