Aosta: bimbo morto, padre patteggia 7 mesi
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 164 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Aosta: bimbo morto, padre patteggia 7 mesi

Italia
Typography

Ha patteggiato sette mesi di carcere (pena sospesa) Massimo Buschino, di 42 anni, padre di Ervin, il bimbo di 4 anni morto il primo novembre scorso dopo essere stato sbalzato da un trattore a Ozein (Aymavilles), non lontano da casa.

 

Stamani si è tenuta l'udienza davanti al giudice Maurizio D'Abrusco, che ha accolto la richiesta di applicazione della pena avanzata dal pm Eugenia Menichetti e dall'avvocato Federica Gilliavod. Da una prima ricostruzione alla guida del piccolo trattore, omologato per una sola persona, c'era il padre del bambino. Poi emerse invece che a condurre il veicolo era un parente quindicenne del bambino. Ervin era seduto su un predellino del mezzo agricolo e cadendo sul prato subì un gravissimo trauma cranico. Morì all'Ospedale di Aosta. Il padre, presente sul posto, fu il primo a intervenire. L'uomo, allevatore, era imputato di concorso in omicidio colposo insieme all'adolescente alla guida, per il quale la procura di Aosta ha trasmesso gli atti alla procura per i minorenni di Torino.