Palmi (Reggio Calabria): estrorsione ai danni disabile, un arresto
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 652 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Palmi (Reggio Calabria): estrorsione ai danni disabile, un arresto

Reggio Calabria e Provincia
Typography

La polizia ha arrestato a Palmi Pasquale Papasergio, di 42 anni, con l'accusa di estorsione ai danni di un giovane disabile.

 

Per la stessa vicenda, nel dicembre scorso, era stato arrestato Rosario Papasergio, di 23 anni, cugino di Pasquale. I due cugini sono accusati di estorsione aggravata dal metodo mafioso e spaccio di droga. L'indagine trae spunto dalla denuncia presentata nel novembre scorso al Commissariato di Palmi dal disabile, accompagnato dal padre. Il giovane aveva riferito di una richiesta estorsiva di 600 euro rivoltagli da una persona di sua conoscenza. Le indagini hanno consentito di arrestare un mese dopo Rosario Papasergio, sorpreso mentre estorceva denaro al padre del ragazzo disabile. Successivamente sono stati appurati il coinvolgimento nella vicenda di Pasquale Papasergio e l'attività di spaccio di droga svolta dai due cugini che, almeno in un'occasione, avrebbero ceduto sostanza stupefacente al ragazzo disabile poi divenuto vittima di estorsione.