PLATI' (REGGIO CALABRIA), arsenale armi e droga, due arresti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 352 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

PLATI' (REGGIO CALABRIA), arsenale armi e droga, due arresti

Reggio Calabria e Provincia
Typography

Indagini carabinieri dopo ritrovamento nel maggio scorso

PLATI' (REGGIO CALABRIA), arsenale armi e droga, due arresti
PLATI' (REGGIO CALABRIA), arsenale armi e droga, due arresti

 

 

PLATI' (REGGIO CALABRIA), 24 DIC - Due persone, zio e nipote, Domenico Perre, di 54 anni, di Platì, già latitante dal 1991 al 1994, e Giuseppe Maviglia (39), residente a Novara, già noto alle forze dell'ordine, sono stati arrestati dai carabinieri del Gruppo di Locri con le accuse, a vario titolo, di detenzione e traffico di droga e di detenzione illegale di armi clandestine. L'indagine è iniziata dopo che l'11 maggio scorso i carabinieri di Platì, otto fucili di vario calibro con matricola punzonata; un fucile Winchester; una pistola calibro 22; un cannocchiale ed un puntatore laser per armi; un rilevatore satellitare Gps e 500 cartucce di vario calibro; 2,7 chili di eroina; 2,5 chili di canapa indiana; 700 grammi di cocaina. Armi e droga furono trovate in una zona demaniale limitrofa all'abitazione di Perre, anch'essa perquisita. Le indagini, secondo quanto riferito dagli investigatori, hanno portato alla scoperta di indizi nei confronti di Perre e del nipote.