REGGIO CALABRIA, detenuto tenta suicidio, salvato
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 298 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

REGGIO CALABRIA, detenuto tenta suicidio, salvato

Reggio Calabria e Provincia
Typography

E' accaduto ad Arghillà. Sindacato Cosp: personale sia premiato

REGGIO CALABRIA, detenuto tenta suicidio, salvato
REGGIO CALABRIA, detenuto tenta suicidio, salvato

 

REGGIO CALABRIA, 17 GEN - Un detenuto del carcere di Arghillà, a Reggio Calabria, ha tentato di uccidersi impiccandosi nel bagno della sua cella. Il tentativo di suicidio é stato sventato grazie al tempestivo intervento degli agenti di custodia. Lo rende noto, con un comunicato, il sindacato di polizia penitenziaria Cosp, secondo il quale "il Corpo si dimostra sempre pronto malgrado le carenze d'organico che lo caratterizzano". "Come sindacato - aggiunge il Cosp - ci congratuliamo con i poliziotti penitenziari ai quali andrebbe conferito un premio e che, nell'occasione, hanno confermato la loro grande professionalità nonostante la dura vita che sono costretti a fare in un carcere come quello di Arghillà con gravi carenze di personale penitenziario. Una carenza per risolvere la quale sollecitiamo da tempo iniziative dipartimentali che tardano però ad arrivare".