REGGIO CALABRIA, Dia, sequestrati immobili a presunto boss
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 320 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

REGGIO CALABRIA, Dia, sequestrati immobili a presunto boss

Reggio Calabria e Provincia
Typography

Ritenuto capo "locale" Gallicianò.Provvedimento eseguito da Dia

REGGIO CALABRIA, Dia, sequestrati immobili a presunto boss
REGGIO CALABRIA, Dia, sequestrati immobili a presunto boss

REGGIO CALABRIA, 14 MAR - La Dia di Reggio Calabria ha sequestrato sei immobili e disponibilità finanziarie, il cui valore complessivo è in via di quantificazione, a Giuseppe Nucera, di 71 anni, attualmente detenuto, ritenuto il capo della "locale" di 'ndrangheta di Gallicianò, frazione di Condofuri. Il provvedimento è stata disposto dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della Procura e della Dia reggine. Il sequestro scaturisce da indagini svolte sull'intero patrimonio di Nucera. Gli accertamenti effettuati hanno consentito di acclarare, infatti, una netta sproporzione tra i redditi dichiarati dal settantunenne e gli investimenti effettuati. Nucera allo stato sta scontando delle condanne per associazione di stampo mafioso. Il sequestro ha riguardato sei unità immobiliari a Reggio Calabria, in contrada Boschicello, e disponibilità finanziarie.