REGGIO CALABRIA, confiscati da Gdf beni per 84 milioni
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 309 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

REGGIO CALABRIA, confiscati da Gdf beni per 84 milioni

Reggio Calabria e Provincia
Typography

Provvedimento eseguito nei confronti di 11 presunti affiliati

REGGIO CALABRIA, confiscati da Gdf beni per 84 milioni
REGGIO CALABRIA, confiscati da Gdf beni per 84 milioni

REGGIO CALABRIA, 10 APR - La Guardia di finanza di Reggio Calabria, insieme allo Scico e sotto le direttive della Dda, ha eseguito un provvedimento di confisca di beni per un valore complessivo di 84 milioni di euro nei confronti di 11 presunti affiliati alla 'ndrangheta. Le persone destinatarie del provvedimento apparterrebbero, in particolare, alle cosche Morabito ed Aquino. Tra loro, inoltre, anche alcuni imprenditori contigui agli stessi gruppi criminali. I beni confiscati consistono, in particolare, in otto società commerciali, comprensive dei rispettivi patrimoni immobiliari. Tra i beni oggetto del provvedimento anche alcuni complessi residenziali in alcuni centri della Locride. La confisca costituisce l'epilogo di un'articolata indagine (operazione "Metropolis") coordinata dalla Dda reggina. Le investigazioni si concludevano nel 2013 con l'esecuzione di 20 provvedimenti restrittivi per associazione per delinquere di tipo mafioso e di intestazione fittizia di beni.