L’anelito di liberta' e il destino amoroso nell'universo femminile
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 7532 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

L’anelito di liberta' e il destino amoroso nell'universo femminile

Invito alla lettura
Typography

Gli affannosi e spregiudicati ritmi di oggi ci portano a non assaporare la vita che fugge e così facendo ci sfugge lasciandoci a mani vuote e col cuore affamato di passioni e desideri

Miranda - John William Waterhouse
Miranda - John William Waterhouse

 

La condizione femminile a seguito del l'emancipazione è stata sottoposta a una sfrenata corsa nel tempo che, se da un lato l'ha portata a conseguire straordinarie conquiste sociali, dall'altro l'ha privata di quella cultura secolare, anzi millenaria, che sovente si ricorda col nome di saggezza.

L'istruzione associata alla modernità ha concesso alla donna di raggiungere livelli di libertà inimmaginabili nelle epoche scorse, ma nel contempo ha prodotto forme nuove di sudditanza a cui il popolo femminile occidentale deve ancora rispondere con matura consapevolezza. Si corre per restare fermi o per scivolare sempre più all'indietro, nel baratro dell'ignoto, e a farne le spese oggigiorno è soprattutto l'età adolescenziale in cui la vita è orientata verso l’affermazione individuale e l’acquisizione del concetto di persona. La fretta di vivere induce a sciupare la vita e riduce la distanza dalla vecchiaia.

Si è vecchi quando non si ha più nulla da donare, quando ormai il senso della vita è stato portato a maturazione oppure, è marcito per mancate cure. Il senso della vita ci riempie e sublima di contenuti il vuoto dell'infinito. l'energia accumulata e spesa in vita svilupperà nuovi embrioni esistenziali nelle molteplici sfere che danno forma ai Multiversi e ne abbozzano immaginari profili. L'eredità del nostro vissuto si posera’ come nuova primavera sui campi che avremo seminato prima di andare via, con l'intento di lasciare al nostro seguito orme di bellezza.

La spiaggia del destino
      La spiaggia del destino

Il romanzo La spiaggia del destino dell'autrice contemporanea americana Anita Shreve è un tuffo romanzato ma non troppo nell'adolescenza vissuta agli esordi del '900 con le problematiche intrinseche all'universo femminile per la conquista della propria libertà. l'amore in questo gioca un ruolo fondamentale. Non può esserci amore senza libertà, così come l'amore è il giusto motore per la crescita verso cieli alti da conquistare e quindi è di sprono al conseguimento della tanto agognata libertà. Se le adolescenti di oggi anelano a un concetto dissoluto di libertà, le ragazze vissute a cavallo dei due secoli scorsi assegnavano al concetto di libertà un significato più interiore e costruttivo. Lo ritenevano il pilastro dell'affermazione del proprio destino, tema questo condotto fluidamente nel corso dell'intera opera.

La scelta difficile di portare a compimento lo stato di maternità al di fuori dei confini imposti dalla società dell'epoca, schiava ancora dei pregiudizi ottocenteschi, fa del concetto di libertà il cardine emotivo intorno a cui si svolge la trama. Da adolescente la protagonista scopre l'universo della propria femminilità che diviene il giusto stimolo alla realizzazione del proprio progetto esistenziale. Al di là del lungo iter processuale a metà romanzo, che mette in luce la difficoltà di allora nell'applicazione di una giustizia svincolata dalle bigotte regole sociali, il libro scorre bene in un’alternanza di chiari e scuri che seguono pari passo la crescita della protagonista, divenendo così un proficuo terreno di confronto per le giovani di oggi in balia di una scelta difficile tra il desiderio di autonomia e un bisogno insaziabile di libertà, in cui difficilmente va a incastrarsi il grande tema dell'amore.  

Ippolita Sicoli

Dott.ssa Ippolita Sicoli

(Specializzata in Antropologia, Eziologia, Mitologia e Discipline Esoteriche)

LA FINESTRA SULLO SPIRITO

https://www.facebook.com/ippolita.sicoli

 

Libri scritti da Ippolita Sicoli:
Il canto di Yvion Storie di pecore e maghi Nel ventre della luce Il solco nella pietra

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003

FB Telecomunicazioni - il Centro Tirreno

Feed non trovato
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003

La finestra sullo Spirito - il Centro Tirreno

Feed non trovato
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003