Turchia, morto il procuratore ferito nel blitz forze speciali
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 785 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Turchia, morto il procuratore ferito nel blitz forze speciali

Mondo
Typography

E' morto nella notte il procuratore Mehmet Selim Kiraz, rimasto ferito gravemente ieri nel blitz lanciato dalle forze speciali turche per mettere fine al suo sequestro.

Nell'operazione sono rimasti uccisi i due terroristi che ieri mattina lo avevano preso in ostaggio nel palazzo di giustizia di Istanbul. Lo ha riferito il sito del quotidiano Hurriyet. Kiraz era stato preso in ostaggio da alcuni uomini del gruppo Dhkp-C, un'organizzazione turca di ispirazione marxista-leninista fondata nel 1978 e considerata fuorilegge in Turchia come nell'Unione europea e negli Stati Uniti. Il procuratore stava indagando sulla morte di Berkin Elvan, adolescente ucciso dalla polizia durante le proteste di Parco Gezi, nel 2013.

I sequestratori avevano chiesto per il rilascio di Kiraz la confessione in diretta del poliziotto sospettato di aver ucciso Elvan, la creazione di un tribunale popolare che giudichi tutti i poliziotti responsabili dell'uccisione, il proscioglimento di tutti i cittadini arrestati per aver partecipato alle manifestazioni in ricordo di Elvan.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003