Auto killer a Roma: identificato uno dei due in fuga, è un altro minore
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 806 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Auto killer a Roma: identificato uno dei due in fuga, è un altro minore

Italia
Typography

Sono due i ricercati dalla polizia che ieri erano a bordo dell'auto che ha travolto nove persone in via Boccea a Roma, uccidendo una filippina di 44 anni e ferendo le altre otto.

Gli investigatori hanno identificato un secondo minorenne che si trovava a bordo dell'automobile, il cui nome è già stato segnalato alla Procura della Repubblica dei minori. Il rom in questione è stato denunciato per concorso in omicidio volontario, imputazione identica a quella contestata alla ragazza di 17 anni fermata ieri sera dopo il tragico incidente. Per quanto riguarda la terza persona che era sulla macchina sono ancora in corso le ricerche e finora non si è ancora accertato se si tratti di un maggiorenne o di un minorenne.

Intanto la 17enne nomade, che si trovava a bordo della vettura ed era stata portata in commissariato ieri sera stessa, è stata arrestata questa mattina. H.M., queste le sue iniziali, dovrà rispondere del reato di concorso in omicidio volontario. I feriti sono due filippini, un uomo di 38 anni e una donna di 47 soccorsa in codice rosso, tre italiane, ossia una 33enne ricoverata in codice rosso e altre due giovani di 19 e 29 anni, due francesi di 24 anni, di cui una in codice rosso, e un moldavo di 22 anni.

Presidio 'Noi con Salvini' alla fermata metro - "Dopo la mattanza di ieri pomeriggio ad opera di tre rom che a con la loro auto lanciata a tutta velocità hanno falciato donne e uomini inermi, uccidendo una signora di 44 anni, oggi alle 18.30 saremo alla fermata della Metro A Battistini per un presidio con cui vogliamo esprimere solidarietà ai feriti e cordoglio alla famiglia della vittima di questa follia oltreché a tutta la comunità filippina, esempio di integrazione rispetto a chi delinque quotidianamente come avviene per i Rom".

E' quanto affermano in una nota i consiglieri di 'Noi Con Salvini' al Municipio XIII Aurelio di Roma, Daniele Giannini, Raimondo Fabbri e Maria Gemma Di Trocchio. "Col presidio di oggi, inoltre chiederemo la chiusura immediata di tutti i campi rom e le dimissioni del sindaco Marino, nuovamente assente da Roma, mentre la città che dovrebbe ospitare Giubileo ed Olimpiadi si trasforma in un far west senza controllo - proseguono - La nostra città non merita questa amministrazione pertanto, se Marino avesse un briciolo di coerenza dovrebbe permettere ai romani di andare al voto già a ottobre per poter eleggere qualcuno finalmente in grado di risolvere problemi e non un marziano perennemente in fuga perché non in grado di dare risposte su nessun fronte".

Intanto i servizi di vigilanza ai campi rom sono stati rafforzati dalle forze dell'ordine per prevenire eventuali ritorsioni. E sulla pagina Facebook dell'attrice e attivista rom Djiana Pavlovich sono comparsi insulti razzisti. Incidente Roma, Salvini: "Ruspa su campi rom"

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003

FB Telecomunicazioni - il Centro Tirreno

Feed non trovato
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003

La finestra sullo Spirito - il Centro Tirreno

Feed non trovato
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003