Palermo, centinaia di persone alla fiaccolata per ricordare il giudice Borsellino
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 251 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Palermo, centinaia di persone alla fiaccolata per ricordare il giudice Borsellino

Italia
Typography

Centinaia di persone hanno partecipato ieri sera alla fiaccolata organizzata in ricordo di Paolo Borsellino a Palermo, tra cui la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni e il Presidente dell'Antimafia all'Ars Nello Musumeci.

A aprire il corteo, partito da piazza Vittorio Veneto, lo striscione 'Spazziamo via la mafia dall'antimafia'. Su un altro striscione si legge: "Meglio un giorno da Paolo Borsellino che cento da Tutino", riferendosi al chirurgo plastico Matteo Tutino, al centro dello scandalo delle intercettazioni con il Governatore siciliano Rosario Crocetta. Intercettazioni smentite dalla Procura di Palermo ma confermate dal settimanale che le ha pubblicate.

Il serpentone di persone è arrivato in serata in via D'Amelio, luogo della strage di 23 anni fa. "La nostra fiaccolata è l'esatto contrario delle passerelle che si vedono in queste ricorrenze. E' una manifestazione di popolo, silenziosa senza comizi e palchi per i vip antimafia che impartiscono lezioni. Una manifestazione ormai patrimonio di un’intera città”, spiegano gli organizzatori. La fiaccolata è stata promossa dal Forum XIX luglio e da Comunita' 92. Hanno aderito oltre 40 sigle tra associazioni e movimenti e diverse istituzioni tra cui il Comune di Palermo.