Yara: cognata Bossetti, uomo affettuoso
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 316 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Yara: cognata Bossetti, uomo affettuoso

Italia
Typography

"Massimo è un uomo dolce e affettuoso. Commentammo insieme il caso Yara, preoccupati per i nostri figli": lo ha dichiarato oggi in tribunale, al processo a Massimo Bossetti, Nadia Arrigoni, la moglie di Agostino Comi, fratello di Marita Comi, moglie di Bossetti.

 

Yara: cognata Bossetti, uomo affettuoso
Yara: cognata Bossetti, uomo affettuoso

 

Nadia e Marita sono legate da una profonda amicizia e confidenza. In aula ha risposto alle domande dell'avvocato dei Gambirasio, Enrico Pelillo, e dei difensori di Bossetti, gli avvocati Claudio Salvagni e Paolo Camporini. "Se Marita non fosse convinta dell'innocenza di Bossetti, l'avrebbe lasciato" ha dichiarato la cognata dell'imputato. Lei e il marito frequentavano spesso i coniugi Bossetti e, come ha raccontato Arrigoni in aula, in alcune occasioni avevano commentato il caso Yara esprimendo "preoccupazione per i nostri figli".