Bologna: morta dopo ernia al disco, 4 indagati
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 189 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Bologna: morta dopo ernia al disco, 4 indagati

Italia
Typography

Morta a 51 anni, poche ore dopo un intervento per rimuovere un'ernia al disco.

 

E' successo il 21 maggio all'ospedale Bellaria di Bologna, il decesso della donna è stato segnalato dall'Ausl come 'evento sentinella' e la Procura ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo: sono quattro i medici indagati, come atto a loro garanzia in vista dell'autopsia, eseguita ieri pomeriggio. La donna era stata operata, si era svegliata dopo l'operazione ed era stata portata in reparto nel pomeriggio, ma poco dopo le sue condizioni si sono aggravate, è entrata in coma e non c'è stato più nulla da fare. L'esame medico legale, disposto dal Pm Enrico Cieri, dovrà ricostruire cos'è successo, anche attraverso gli accertamenti istologici, di cui si avranno gli esiti fra alcune settimane. I medici iscritti nel registro degli indagati, difesi dall'avvocato Sabrina Di Giampietro, sono due chirurghi e due anestesisti.