Bologna: 17enne violentata in bagno, offese su web
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 340 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Bologna: 17enne violentata in bagno, offese su web

Italia
Typography

Sui profili Facebook di alcune amiche della diciassettenne vittima di una violenza sessuale in un bagno di una discoteca a Rimini sono comparsi post con insulti diretti a lei, violentata e filmata nella toilette del locale.

 

Nei commenti anche ricerche del video. Fatti che, scrivono i giornali locali, hanno fatto sprofondare in una crisi ancora più profonda la ragazzina che si è allontanata nel frattempo dal paese dove abita. Avrebbe paura di essere etichettata, come accaduto a Tiziana Cantone, ragazza di Napoli morta suicida dopo che i suoi video hard erano diventati virali. Gli insulti contro la 17enne sui social media però, scrive il Resto del Carlino, ieri sera erano già spariti. Forse cancellati per evitare conseguenze penali. Gli avvocati Carlotta Angelini e Piergiorgio Tiraferri, che assistono la ragazzina, sono categorici: "Ha già sofferto troppo, la sua vita è stata rovinata. Quegli insulti sono gratuiti. Presenteremo denuncia contro gli autori di quei post".