ROMA, al via sciopero magistratura onoraria
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 512 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

ROMA, al via sciopero magistratura onoraria

Italia
Typography

Rischio paralisi tribunali monocratici e processi giudici pace

ROMA, al via sciopero magistratura onoraria
ROMA, al via sciopero magistratura onoraria

 

ROMA, 21 NOV - Rischio paralisi per i tribunali monocratici e per processi davanti ai giudici di pace per lo sciopero indetto da oggi e fino al 25 novembre dalla magistratura onoraria. Una iniziativa legata, spiegano i promotori dell'agitazione, a quanto previsto nella riforma della giustizia promossa dal ministro Orlando. "Non meno di mezzo milione di processi resteranno al palo", annuncia in una nota l'Unione Nazionale dei Giudici di Pace, che chiede di "garantire l'indipendenza di oltre 5.000 giudici di pace e magistrati onorari di tribunale e procure che trattano il 60% del contenzioso civile e penale". Dal canto suo la Federazione magistrati onorari (Federmot), afferma che il governo "si conferma incapace di fronteggiare l'emergenza Giustizia". Non aderiscono all'astensione l'Unione nazionale magistrati onorari (Unimo) e la Confederazione Giudici di pace.