CROTONE, Nave ''Explora'' parte il 5 dicembre parte per l'Antartide
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 730 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

TRIESTE, Nave ''Explora'' parte 5/12 per Antartide

Italia
Typography

Effettuerà ricerca sul posto

CROTONE, Nave ''Explora'' parte il 5 dicembre parte per l'Antartide
CROTONE, Nave ''Explora'' parte il 5 dicembre parte per l'Antartide

 

CROTONE, 2 dicembre. Partirà il prossimo 5 dicembre per raggiungere il Mare di Ross, in Antartide, a fine gennaio, la nave di ricerca Ogs Explora. L’obiettivo della spedizione scientifica è quello di studiare i cambiamenti climatici e la vulnerabilità del continente bianco. Di proprietà dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale di Trieste, l’Ogs Explora torna dopo dieci anni nel continente bianco per una nuova avventura scientifica e in una nuova veste.

“L’Ogs Explora, unica nave italiana per la ricerca oceanica equipaggiata per acquisire dati anche in ambienti polari – spiega Maria Cristina Pedicchio, presidente dell’Ogs – ha ultimato un approfondito ciclo di riammodernamento e ora è dotata di standard di sicurezza e affidabilità ancora più elevati che in passato e di una maggiore funzionalità operativa grazie a nuovi strumenti all’avanguardia. Come per esempio, un nuovo e avanzatissimo sistema di mappatura del fondo marino e del sottosuolo: fondamentale per gli studi paleoclimatici che verranno condotti dai ricercatori”.

“Per questa spedizione – aggiunge Franco Coren, direttore della sezione Infrastrutture dell’Ogs – saranno operativi a bordo della nave, per 24 ore al giorno e in isolamento dalla terraferma per sessanta giorni, 22 ricercatori e tecnici, 18 membri dell’equipaggio e un medico”.

“Da Crotone – spiega – la nave farà rotta per il porto australiano di Hobart, dove arriverà a metà gennaio. Qui si imbarcheranno i ricercatori e le ricercatrici e dopo almeno 8 giorni di navigazione raggiungerà il Mare di Ross”.

“Scopo scientifico della campagna di Ogs Explora in Antartide – geologo dell’Ogs Michele Rebesco, alla sua sesta spedizione in Antartide – è raccogliere informazioni geologiche dal fondo del mare e oceanografiche dalla colonna d’acqua, utili a validare i modelli che simulano lo scioglimento della calotta polare e il conseguente innalzamento del livello globale dei mari a causa dei cambiamenti climatici in atto”.

"L’intento – aggiunge – è cercare indizi nella colonna d’acqua e tracce nei sedimenti per capire la vulnerabilità attuale dell’Antartide, l’entità del ritiro dei ghiacci e monitorare lo stato di salute del Mare di Ross, che è una delle sorgenti principali dell’acqua Antartica".

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003

FB Telecomunicazioni - il Centro Tirreno

Feed non trovato
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003

La finestra sullo Spirito - il Centro Tirreno

Feed non trovato
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003