Milano, alunno con 'schiscetta' costretto a mangiare in strada
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 260 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Milano, alunno con 'schiscetta' costretto a mangiare in strada

Italia
Typography

Assessore Scavuzzo, dinamica ancora da chiarire

Milano, alunno con 'schiscetta' costretto a mangiare in strada
Milano, alunno con 'schiscetta' costretto a mangiare in strada

E' ancora polemica sulla 'schiscetta' a Milano. Questa volta è scattata nella scuola media Ada Negri di San Siro, dove un ragazzino di 11 anni alcuni giorni fa sarebbe stato fatto uscire dall'istituto e mandato in strada per consumare il pasto portato da casa per pranzo.

Una decisone presa senza avvertire i genitori che, quindi, hanno protestato trattandosi della sorveglianza di un minore. "La dinamica di quanto accaduto non mi è ancora del tutto chiara", ha spiegato la vice sindaco di Milano e assessore all'Educazione, Anna Scavuzzo. "Però - ha aggiunto - pare non riguardi tanto la questione della 'schiscetta', quanto il fatto di far man giare un alunno minorenne fuori da scuola e senza avvisare la famiglia".