COSENZA, combustione rifiuti, sequestrata area
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 318 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

COSENZA, combustione rifiuti, sequestrata area

Cosenza e Provincia
Typography

Rogo rese aria irrespirabile e rilasciò sostanze tossiche

COSENZA, combustione rifiuti, sequestrata area
COSENZA, combustione rifiuti, sequestrata area

COSENZA, 10 NOV - Un'area edificabile di circa 7 mila metri quadri ubicata a Cosenza tra viale Parco e via Popilia di proprietà di una società immobiliare è stata sequestrata dai carabinieri forestali per illecita combustione di rifiuti. Il sequestro è stato disposto dal gip del Tribunale di Cosenza su richiesta della Procura della Repubblica. L'area, del valore commerciale di circa quattro milioni di euro, è stata oggetto, nel maggio scorso, di un intervento dei militari durante il quale l'amministratore di una società immobiliare e alcuni suoi collaboratori stavano procedendo alla combustione di rifiuti depositati in modo incontrollato sul suolo. Il rogo, i cui responsabili vennero identificati e denunciati, fece sprigionare una densa colonna di fumo che interessò una vasta area della città rilasciando anche sostanze altamente inquinanti e tossiche. Le fiamme, in quella circostanza, vennero spente dai vigili del fuoco.