COSENZA. Festa della Repubblica, giornata di manifestazioni
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 686 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

COSENZA. Festa della Repubblica, giornata di manifestazioni

Cosenza e Provincia
Typography

Domani saranno celebrati, dunque, i 69 anni di Repubblica, di democrazia, di libertà, una festa istituzionale ma anche, e soprattutto, una festa di ogni città e di ogni comunità, ossia una festa di popolo.

E’ questo il messaggio che il Prefetto di Cosenza, Gianfranco Tomao, unitamente alle diverse componenti degli Enti locali e territoriali, ha inteso trasmettere organizzando una serie di manifestazioni civili e sociali tali da dare alla ricorrenza della Fondazione della Repubblica un rilievo speciale ed un significato ancora più pregnante per il valore storico che in essa è racchiuso.

La serie di manifestazioni prenderà il via domattina in Piazza 11 Settembre, alle 10,30, con lo schieramento delle Rappresentanze Militari, la collocazione di gonfaloni e labari, l’arrivo e lo spiegamento del 1° Reggimento Bersaglieri. Seguirà la resa degli onori al Prefetto di Cosenza, la cerimonia dell’alza Bandiera, la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica e della “Preghiera della Patria”. Si procederà con la cerimonia di consegna dei diplomi di onorificenza all’Ordine del Merito della Repubblica Italiana e delle medaglie d’onore. Saranno insigniti a Cavaliere: Coscarelli Antonio di Roggiano Gravina; De Lia Giovanni di Marzi; Maniaci Massimo di Praia a Mare; Salamanca Antonio di Rende. Insignito a Grande Ufficiale: Morcavallo Oreste di Cosenza.

Riceveranno la Medaglia d’Onore: Amerise Vincenzo di Trebisacce; Alfano Carlo di Castrovillari; Accurso Carmine di Verbicaro, Rennis Pasquale di Acquappesa. I momenti di festeggiamento saranno accompagnati dall’esecuzione dell’Inno Nazionale e di altri brani eseguiti dall’Orchestra e dal Coro del Liceo Musicale “Lucrezia della Valle” di Cosenza. Alla cerimonia seguirà la visita alla mostra “La Grande Guerra nella cartografia satirica d’Europa” allestita nei locali della Prefettura e illustrata da uno studioso della locale Biblioteca Nazionale. Alle 19.00 si svolgerà la cerimonia dell’ammaina Bandiera alla presenza delle Autorità.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003