COSENZA, furti e rapine, due arresti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 289 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

COSENZA, furti e rapine, due arresti

Cosenza e Provincia
Typography

Eseguite dai carabinieri altre due misure cautelari

COSENZA, furti e rapine, due arresti
COSENZA, furti e rapine, due arresti

COSENZA, 2 MAR - I carabinieri della Compagnia di Cosenza hanno arrestato due fratelli ritenuti gli autori di alcune rapine e di furti avvenuti a Cosenza negli ultimi mesi. In carcere sono finiti Sinibaldo Vincenzo, di 29 anni, e Francesco De Grandis di anni 25, già noti alle forze dell'ordine. I militari hanno eseguito altre due misure di obbligo di dimora nei confronti di una donna di 27 anni e di un cittadino italiano di origini maghrebine di 24. I provvedimenti sono stati emessi dal gip del Tribunale di Cosenza su richiesta della Procura di Cosenza. Le indagini sono partite da una rapina avvenuta in una gioielleria del centro il 3 gennaio scorso. Sul posto, in particolare in una vetrina, vennero rilevare tracce di sangue appartenenti ai due fratelli. I carabinieri hanno poi scoperto che i due sarebbero gli autori di furti a distributori automatici di sigarette, con l'utilizzo di esplosivo per scardinare la cassa, in un negozio di telefonia. Rubata anche un'automobile di grossa cilindrata.