Bivongi (Reggio Calabria): prelevavano inerti da fiume, arrestati
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 639 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Bivongi (Reggio Calabria): prelevavano inerti da fiume, arrestati

Reggio Calabria e Provincia
Typography

Sono statti sorpresi mentre stavano prelevando indebitamente del materiale inerte dal letto di un corso d'acqua sottoposto a vincolo paesaggistico e ritenuto ad alto rischio idrogeologico.

 

Due persone, Luca Murace, di 24 anni, e Bibba Siaka (19), gambiano, ospite del progetto di accoglienza Sprar, sono stati arrestati, e posti ai domiciliari, dai carabinieri a Bivongi, con l'accusa di furto. I due giovani sono stati trovati dai militari, impegnati in un servizio di controllo del territorio per la prevenzione e repressione dei reati in materia ambientale, mentre lavoravano per estrarre del materiale inerte lungo il letto della fiumara Pardalà, in località Ponte Vina di Bivongi. Murace e Siaka, alla vista dei carabinieri, hanno anche tentato di darsi alla fuga ma sono stati subito raggiunti e identificati. I mezzi utilizzati e il materiale estratto sono stati sequestrati.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003