Melito Porto Salvo (Reggio Calabria): sequestrata casa riposto non autorizzata
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 395 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Melito Porto Salvo (Reggio Calabria): sequestrata casa riposto non autorizzata

Reggio Calabria e Provincia
Typography

La sede di un'associazione costituita nel 2012 senza scopo di lucro per lo svolgimento di attività sociali, ricreative e culturali è stata sequestrata da Polizia e Guardia di finanza a Melito Porto Salvo perché avrebbe esercitato un'attività simile a casa di cura e riposo per anziani senza avere alcuna autorizzazione.

 

Il sequestro è giunto dopo che una pattuglia della polizia ha aiutato uno degli anziani che vagava in stato confusionale per le vie di Melito Porto Salvo. Nel corso dei controlli nella struttura, gli agenti del Commissariato di Condofuri ed i finanzieri della Compagnia di Melito hanno trovato 13 anziani alcuni dei quali risultavano essere soci ed ai quali venivano somministrati all'occorrenza dei farmaci. La legale rappresentante e socio amministratore della struttura è stata segnalata alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria. Le indagini proseguono per accertare eventuali altre violazioni penali e amministrative, anche da parte di altri soggetti.