Caos Campidoglio, il M5s perde consensi nei sondaggi
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 203 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Caos Campidoglio, il M5s perde consensi nei sondaggi

Politica
Typography

Secondo "Repubblica" i voti "persi" dai grillini andrebbero al Pd, mentre per "Corriere" confluirebbero verso il "partito dell?astensione

Caos Campidoglio, il M5s perde consensi nei sondaggi
Caos Campidoglio, il M5s perde consensi nei sondaggi

 

Le polemiche su quanto è avvenuto in Campidoglio starebbero indebolendo il consenso verso il M5s. E' quanto emerge da un sondaggio realizzato per "La Repubblica": se nella Capitale si andasse oggi al voto il M5s scenderebbe di 3-4 punti, fermandosi intorno al 29%, mentre il Pd risalirebbe portandosi al 32%. Secondo un sondaggio realizzato per il "Corriere" i grillini sono invece in calo di circa 2 punti, ma i voti persi non andrebbero al Pd.Sondaggi: ripresa consensi per il premier, ma no vera crisi M5s - Secondo il sondaggio de "La Repubblica", i problemi romani del M5s favorirebbero una ripresa dei consensi al governo e al premier che tornano ai livelli di un anno fa: 43% per l'esecutivo, 44% per il premier.

Le tendenze non sembrano però segnalare una vera e propria crisi per il Movimento 5 Stelle, che continua a essere considerato l'unica alternativa al Pd, come dimostra la graduatoria sulla fiducia verso i leader. Se Renzi è l'unico a superare la soglia del 40%, dietro di lui troviamo infatti Virginia Raggi (39%) che, nonostante la bufera romana, resta la "preferita" tra i grillini, e lascia dietro di sé Luigi Di Maio (38%) e Alessandro Di Battista (35%).

La perplessità degli elettori del M5s e la perdita di consensi di Di Maio - Secondo il sondaggio realizzato per il "Corriere della Sera" il caos romano, che non avrebbe spostato voti verso il Pd ma verso l'astensione, crea una "non trascurabile perplessità" tra gli elettori del M5s. Circa un quarto quelli che esprimono un certo disagio, anche se solo il 5% sarebbe orientato a non votare più il Movimento, mentre un quinto sarebbe indeciso. Al momento a pagare lo scotto maggiore sembra essere Luigi Di Maio: rispetto a luglio la sua popolarità oggi segna un calo di sei punti.