Il tango in scena: Marisa Holman e Cristina Borruto in Italia a settembre
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 142 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Il tango in scena: Marisa Holman e Cristina Borruto in Italia a settembre

Arte e Cultura
Typography

Marisa Holman: Una bruna che canta il tango in Argentina come nessun altro.

Il 21 22 23 settembre in Italia a Roma per diffondere la cultura italo-argentina in questa occasione sarà in scena la musica tradizionale argentina del tango e milonga, quindi, incontri culturali musica danza passione.

 

Marisa Holman (Pasional-Malevaje)

"La tappa italiana è Promosa da Cristina Borruto, giornalista italo-argentina da sempre impegnata in col suo progetto Culturale, per far conoscere il sentimento forte che c’è negli emigranti all’estero precisamente a Buenos Aires. E per rinsaldare quel legame e far trovare loro la serenità, lavora per “abbattere” le distanze chilometriche tra i due paesi. Ama più di sè stessa la Sua Calabria e non perde l'ocassione per ritornare in Italia e rinsaldare il legame d'amore alla Patria ed ai suoi connazionali. Lavora con passione e sensibilità, con molta professionalità e disponibilità."

 

La cantante di tango Marisa Holman inizia un tour europeo in settembre e ottobre. Si esibirà oltre che in Italia sui palchi di Croazia, Spagna, Slovenia, Bosnia.

Con all'attivo una lunga carriera musicale, la Holman alterna presentazioni tra Mar del Plata e Buenos Aires. Ha partecipato a concorsi di tango nel 2004-2005, in "Caffè Vesuvio" e ha iniziato la sua carriera al leggendario "Copetín Tango".

Ha condiviso il palco con figure di spicco come Alberto Podestà, Raul Lavie, Fernando Soler, Virginia Luque, Abel Córdoba, Alberto Bianco, Quique Ojeda, Maria Garay, Raul Ignacio Galán e Copani.

Nata a Punta Alta, questa "Argentina morocha" ha attraversato Buenos Aires prima di stabilirsi a Mar del Plata. E' stata insignita di numerosi premi musicali.

"Il tango è la testimonianza storica e culturale di un paese complesso come l’Argentina, ma è anche e soprattutto l’espressione di un lirismo universale, nutrito di sentimenti eterni come la malinconia, la nostalgia, la sensualità, la passione, la rabbia." “Il tango – diceva Borges – è un pensiero triste messo in musica”.

Cristina Borruto

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

facebook: https://www.facebook.com/cristina.borruto.5


 

Il tango

Nasce alla fine del diciannovesimo secolo all’interno di un processo di immigrazione che vede milioni di europei riversarsi nelle città argentine, dove si stabiliscono anche molti i gauchos, i quali abbandonano il loro tradizionale nomadismo per cercare fortuna nei centri urbani.

L’etimologia del termine, ancora incerta, sottende una serie di ipotesi interpretative gravide di suggestioni e rimandi, tra cui quello alla cultura africana. Il tango nasce quindi dall’incontro di culture e genti diverse.

Tuttavia esso si è ormai affrancato dalle sue origini per venire definitivamente consacrato a danza di valore universale, una danza che, come sottolineava lo scrittore Ernesto Sábato,

"non ha niente a che vedere con le sequenze caricaturali dei film interpretati da Rodolfo Valentino".

Il mondo del tango non è solo una musica e un ballo, ma anche uno stile di vita, un modo di sentire l’esistente. Tra i nomi più illustri della storia del tango si ricordano Carlos Gardel e, in tempi più recenti, Astor Piazzola, grazie al quale il tango si è rinnovato, uscendo dai vicoli e arricchendosi di atmosfere proprie dei linguaggi della musica classica e del jazz.

Il poeta Horacio Ferrer, ricordando che nella composizione dei testi per il tango ci si affida alla melodia più che al ritmo, rimarca il legame tra questa danza e i temi della letteratura universale: la vita, il tempo, l`amore e la morte.