Scuola: studio Ocse, studenti italiani superansiosi
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 140 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Scuola: studio Ocse, studenti italiani superansiosi

Arte e Cultura
Typography

Ma tra i banchi fanno amicizia facilmente

Scuola: studio Ocse, studenti italiani superansiosi
Scuola: studio Ocse, studenti italiani superansiosi

A scuola fanno amicizia facilmente ma sono divorati dall'ansia. E' il ritratto degli studenti italiani che emerge da uno studio sul benessere dei quindicenni pubblicato stamani dall'Ocse basato sulle risposte al questionario-studente somministrato in occasione del test Pisa 2015. I nostri alunni mostrano livelli di ansia scolastica decisamente più elevati che nella media Ocse: il 56% diventa nervoso quando si prepara per un test a fronte di una media Ocse del 37%. E il 70% è molto in ansia anche se è preparato (media Ocse 56%). Sul fronte della socialità i ragazzi italiani se la cavano invece piuttosto bene: l'83%, contro una media Ocse del 78%, dichiara di fare amicizia facilmente con i compagni di classe. Lo stesso non può dirsi però per gli alunni stranieri, sia di prima sia di seconda generazione, che dichiarano di "piacere agli altri studenti" in misura minore rispetto alla media Ocse. Lo studio si sofferma anche sull'uso del tempo libero. Il 23% degli studenti italiani affermano di usare internet per oltre 6 ore al giorno, fuori dalla scuola, in un normale giorno della settimana e sono pertanto ritenuti consumatori estremi della rete. (ANSA)