Sconvolgente scoperta: a 45 anni scopre in un ovaio il suo gemello mai nato
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 846 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Sconvolgente scoperta: a 45 anni scopre in un ovaio il suo gemello mai nato

Mondo
Typography

Un’ecografia svela a una signora inglese una massa di 10 cm, un «feto incluso» quasi del tutto formato

È stata una scoperta impressionante: quando a Jenny Kavanagh hanno trovato quella massa di dieci centimetri nell’ovaio sinistro, i medici hanno capito che la massa si era formata ed era cresciuta intorno a un teratoma, ovvero un gemello incluso. La faccia, un occhio, i denti e persino dei lunghi capelli neri: la foto non lasciava spazio ad equivoci.

In medicina questa condizione rara si chiama fetus in fetu e si tratta di un’anomalia dello sviluppo embrionale nella quale i tessuti che formano un feto crescono e si differenziano all'interno del corpo di un gemello normalmente sviluppato. In sostanza è una gravidanza gemellare atipica, in cui parte delle cellule staminali di una blastocisti si localizzano tra le cellule di un embrione in formazione.

Il feto incluso è piccolo e malformato; è generalmente provvisto di una colonna vertebrale, di arti inferiori e superiori abbozzati e, nonostante la comune assenza di encefalo e cuore, possiede un'organizzazione degli organi interni simile a quella degli individui sani.

Jenny viene da Twickenham, vicino a Londra, e ha fatto l’inquietante scoperta dopo essersi sottoposta a una banale visita ginecologica per rimuovere la spirale. E’ stato in quell’occasione che i medici hanno visto quella massa scura di 10 cm localizzata nell’ovaio sinistro, temendo in un primo momento la presenza di un tumore.

Il particolare curioso della vicenda è costituito dal fatto che la donna sostiene di non essersi mai sottoposta in vita sua a una visita ginecologica (o quantomeno a una visita approfondita e a un’ecografia), nonostante le gravidanze e nonostante abbia messo in seguito la spirale. La trascuratezza della signora Kavanagh sembra grave e persino strana, ma indubbiamente è veritiera se prima nessuno si era mai accorto dell’esistenza del gemello incluso.

Al di là dell’evidente e comprensibile shock Jenny si dice molto triste della scoperta e dichiara di ripensare spesso a quel gemello mai nato che si è portata dentro per tutto quel tempo. Sia Jenny che sua madre hanno dichiarato di avvertire un profondo senso di desolazione per quella vita mai vissuta, anche se poi si riportano reciprocamente alla realtà, ripensando al fatto che il gemello non aveva né cervello né cuore e soprattutto che quella massa avrebbe potuto essere effettivamente qualcosa di minaccioso.

La donna è stata operata al Mediterranean Hospital di Cipro, isola dove si è trasferita con il marito nel 2005. Il feto è stato rimosso dopo un intervento di tre ore.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003