Firenze: prostituzione in Chianti, multe a clienti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 368 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Firenze: prostituzione in Chianti, multe a clienti

Italia
Typography

Ordinanza anti-prostituzione nel Chianti per contrastare quella in strada, fenomeno nuovo in questa area.

 

I sindaci di Greve in Chianti, Impruneta e San Casciano Val di Pesa hanno stabilito di multare con 200 euro i clienti sorpresi a contrattare prestazioni sessuali. Chi verrà visto, anche solo a parlare, con una prostituta, sarà multato. L'ordinanza prevede anche un programma di controlli serrati e bonifiche di rifiuti. "Interveniamo - spiegano i sindaci dei tre Comuni, Massimiliano Pescini, Paolo Sottani e Alessio Calamandrei - perché c'è un incremento della prostituzione su strada che provoca forte disagio in residenti, turisti e aziende. Il provvedimento, frutto di un'azione concertata con le forze dell'ordine, è finalizzato a tutelare sicurezza, incolumità pubblica e vivibilità". I divieti sono mirati ai clienti."Quest'azione - proseguono i sindaci - contrasta chi chiede la prestazione e non chi la eroga,donne e ragazze,sovente minorenni,accomunate da costrizione se non riduzione in schiavitù".