BOLOGNA, marito e moglie uccisi, custodia carcere
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 166 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

BOLOGNA, marito e moglie uccisi, custodia carcere

Italia
Typography

Anche convalida del fermo per entrambi i minorenni

BOLOGNA, marito e moglie uccisi, custodia carcere
BOLOGNA, marito e moglie uccisi, custodia carcere

 

BOLOGNA, 13 GEN - Convalida del fermo e misura della custodia nel carcere minorile: lo ha deciso il Gip del Tribunale dei minori di Bologna per il 16enne e il 17enne fermati per l'omicidio di Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni, padre e madre del più giovane dei due. Il giudice, dopo l'udienza di convalida, ha così accolto le richieste del Pm Silvia Marzocchi per entrambi, che hanno confessato. I coniugi sono stati uccisi a colpi di scure nella loro casa di Pontelangorino di Codigoro (Ferrara). L'esecutore materiale il 17enne, su mandato del 16enne con la promessa di denaro. Intanto nella casa di Pontelangorino oggi giornata di lavoro intenso dei Carabinieri della scientifica di Ferrara: l'obiettivo è blindare le confessioni dei due minorenni, con riscontri alle loro parole. Ad esempio c'è il borsone che i due hanno abbandonato con vestiti e corde sporche di sangue. C'erano anche un paio di Adidas 'Stan Smith' taglia 41. Il numero dei piedi del 17enne di cui ci sono impronte evidenti nella casa.