BOLOGNA, Mafie, a don Ciotti donato berrette Ps
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 184 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

BOLOGNA, Mafie, a don Ciotti donato berrette Ps

Italia
Typography

Dal sindacato Siulp a Bologna, dopo le scritte 'sbirro'

BOLOGNA, Mafie, a don Ciotti donato berrette Ps
BOLOGNA, Mafie, a don Ciotti donato berrette Ps

BOLOGNA, 30 MAR - Un berretto da poliziotto per don Luigi Ciotti. E' il dono ricevuto dal fondatore di 'Libera' al suo arrivo all'apertura del corso 'Mafie antimafie' a Bologna, da parte di iscritti al sindacato di polizia Siulp. Il gesto è in risposta alle scritte apparse nei giorni scorsi a Locri e a Palermo ("Don Ciotti sbirro" e "Don Ciotti secondino"). "Nel Siulp di Bologna troverà sempre amici e alleati", hanno detto i poliziotti al sacerdote. L'incontro era stato preceduto da attimi di tensione a Palazzo Malvezzi: alcuni studenti, fra cui esponenti dei collettivi universitari al centro delle proteste delle scorse settimane, non sono riusciti a entrare a causa del presidio di polizia all'ingresso. Cori contro le forze dell' ordine ("Via la Digos dall'università"), poi, sotto la pressione di alcune decine di studenti, il portone è stato completamente aperto e la Digos ha permesso loro l'accesso, senza ulteriori ripercussioni.