TORINO, patenti turche false, indagine
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 1285 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

TORINO, patenti turche false, indagine

Italia
Typography

Si ipotizza rete criminale dedita a vendita di documenti falsi

TORINO, patenti turche false, indagine
TORINO, patenti turche false, indagine

TORINO, 30 MAR - La Procura di Torino ha aperto un'inchiesta su 38 patenti turche false, tra cui circa una decina relative alla guida di autocarri, presentate agli uffici della Motorizzazione per essere convertite in documenti validi sul territorio italiano. L'ha scoperto la Polizia Municipale, grazie a un protocollo di collaborazione con la Motorizzazione. I magistrati hanno emesso 38 decreti di perquisizioni domiciliari in tutta Italia, di cui 23 a Torino, e il materiale recuperato è ora al vaglio degli inquirenti. Gli investigatori pensano che dietro ai documenti falsi ci sia un'articolata rete criminale dedica alla stampa, allo smercio e alla vendita delle patenti. Gli indagati, ad oggi sono 38, tutti di nazionalità turca e residenti in Italia. I reati ipotizzati, oltre al concorso nella falsità materiale del documento di guida straniero, c'è anche l'induzione in errore del pubblico ufficiale.