AMANTEA: ''la Calabria che vuoi'' perplessa per il comportamento dell'esecutivo. ''Giro d'Italia, tappa volante''
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 152 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

AMANTEA: ''la Calabria che vuoi'' perplessa per il comportamento dell'esecutivo. ''Giro d'Italia, tappa volante''

Cosenza e Provincia
Typography

Oggi, sulla questione si è ritornato il socio fondatore de "la Calabria che vuoi", Robert Aloisio

 

Robert Aloisio
Robert Aloisio

 

"L'unica volta che la nostra amministrazione comunale - scrive Aloisio - poteva permettersi il lusso di parlare, anzi, di gridare a tutta la provincia di essere riuscita finalmente a concludere qualcosa di buono, ha preferito restare in silenzio. Da diverse settimane, infatti, si è discusso sui quotidiani del passaggio del "Giro d'Italia", facendo riferimento al solo passaggio e mai ad una tappa volante in città. Nessuno dell'esecutivo si è premurato di intervenire con un comunicato ufficiale al fine di informare l'opinione pubblica che anche ad Amantea - così come a Bonifati - era stata programmata la tappa. Neanche le ordinanze (44 del 28/04/2016; 47 del 5/5/2016) caricate sull sito istituzionale dell'Ente hanno citato la tappa volante".

Senza contare che

"lungo la strada statale 18, sono a seguito delle numerose segnalazioni nostre dei cittadini, finalmente ieri sono stati rimossi tutti i cumuli di spazzatura abbandonati da ignoti".

Ma, ritornando al passaggio del Giro d'Italia,

"ieri, il nostro amato vicesindaco mi ha inviato su Facebook una copia di un volantino con cui si annunciava un "traguardo volante nei pressi della sede della Banca Popolare di Bari", a differenza di Bonifati che ha divulgato a larga scala la notizia. Volantino che io personalmente, che vivo e lavoro ad Amantea non ho visto, e neanche tutti quelli che hanno sollecitato un mio interessamento (mi chiedo quanti ne abbiano stampati e dove sono stati affissi). Ad inizio consiliatura il Comune si era dotato di un addetto stampa che informava l'opinione pubblica in modo straordinario di tutto ciò che accadeva in seno all'Ente". 

Poi,

"al giornalista è stato dato il benservito, e di sicuro non per questioni economiche".

Vale la pena ricordare, infatti,

"che il sindaco si è dotato di un ufficio tasse che paga lautamente. A questo punto mi chiedo, perché non impiegare qualcuno di questi per tenere aggiornati i cittadini sull'operato della maggioranza. Forse perché è meglio parlare su Facebook, dove il dibattito e quindi il confronto è limitato a quelle persone che navigano escludendo tutti gli altri; oppure, molto più semplicemente che, considerando l'immobilismo di questa maggioranza c'è ben poco da pubblicizzare".

Ad ogni modo mi fa piacere che

"su nostra segnalazione che le strade siano state pulite e che ci sarà una tappa volante del "Giro d'Italia". Di tutto il resto parleremo nei prossimi giorni, anche perché non basterebbe un'intera edizione della Provincia per elencare tutti i problemi creati, quelli lasciati insoluti. Fino alla fine della consiliatura avremo tanto di cui discutere". 

Rita Cancelli (La Provincia di Cosenza)