Corigliano Calabro (Cosenza): rose bianche in ricordo sedicenne uccisa
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 124 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Corigliano Calabro (Cosenza): rose bianche in ricordo sedicenne uccisa

Cosenza e Provincia
Typography

Rose bianche sono state deposte sul luogo dove è stata trovata priva di vita Fabiana Luzzi, accoltellata e bruciata viva dal suo fidanzato il 24 maggio 2013.

 

Nel terzo anniversario della morte i compagni di scuola insieme ai professori e agli amici hanno voluto ricordarla lasciando sul luogo del delitto bouquet di rose bianche per poi ritrovarsi nella palestra dell'istituto tecnico commerciale che frequentava e che le è stata intitolata lo scorso anno. In palestra, presenti anche i genitori di Fabiana, la giovane è stata ricordata con esibizioni di danza, disciplina da lei tanto amata, e di musica. "E' sempre vivo il ricordo di Fabiana - ha detto il papà Mario - ed ogni giorno ricordiamo attimo per attimo i momenti in cui c'era. Questo momento è straziante perché il cuore viene distrutto ogni anno quando si ricorda il 24 maggio". Nei confronti dell'autore del delitto, Davide Morrone, minorenne all'epoca dei fatti, la Cassazione ha confermato la condanna a 18 anni di reclusione.