Roseto Capo Spulico (Cosenza): trovati con banconote false, tre arresti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 169 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Roseto Capo Spulico (Cosenza): trovati con banconote false, tre arresti

Cosenza e Provincia
Typography

La Guardia di finanza ha arrestato a Roseto Capo Spulico tre persone, due uomini di Corigliano, uno di 30 e l'altro di quaranta anni, e una donna romena trentenne, con l'accusa di concorso in ricettazione e falsificazione di banconote.

 

Sequestrati circa 1.500 euro in banconote false in tagli da 50 e 100 euro. Nel corso di un controllo sulla statale 106, i finanzieri hanno fermato i tre a bordo di un'autovettura risultata rubata mentre rientravano in Calabria dopo avere effettuato degli acquisti per pochi euro in alcuni negozi di Grassano e Grottole, in provincia di Matera pagando con biglietti falsi da 100 euro. I militari a seguito della perquisizione dell'auto hanno trovato banconote risultate false che erano state nascoste all'interno di un'intercapedine ricavata nel vano del cambio.