COSENZA, madre denuncia il figlio pusher, 26 arresti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 150 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

COSENZA, madre denuncia il figlio pusher, 26 arresti

Cosenza e Provincia
Typography

Operazione Carabinieri Cosenza, sequestrate armi e stupefacente

 

COSENZA, madre denuncia il figlio pusher, 26 arresti
COSENZA, madre denuncia il figlio pusher, 26 arresti

COSENZA, 2 FEB. Una madre denuncia ai carabinieri il figlio pusher per salvarlo dai debiti di droga e fa scattare un'indagine conclusa con 26 arresti e la notifica di 9 obblighi di dimora. Tra i reati contestati spaccio, furti, estorsioni, armi e usura. Nel corso delle indagini sono state sequestrate 4 pistole, 13 chili di marijuana, 7 chili di hashish.

Le indagini, condotte dalla Compagnia carabinieri di Cosenza, sono partite da una madre disperata, collaboratrice domestica, che vedendo il figlio, piccolo spacciatore, minacciato dal suo fornitore per non aver pagato le partite di droga ricevute, si e' fatta coraggio e si e' presentata al maresciallo comandante della Stazione di Cosenza-nord, al quale ha denunciato tutto. Le indagini, iniziate nel gennaio 2015 hanno consentito di individuare una serie di gruppi di pusher che si erano spartiti le piazze di spaccio della città, operando in regime di libera concorrenza determinata da un'incessante domanda di droga testimoniata da quasi 700 episodi di spaccio documentati.