Accadde oggi: 2 Luglio 1897, Guglielmo Marconi presenta il brevetto della radio
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 858 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Accadde oggi: 2 Luglio 1897, Guglielmo Marconi presenta il brevetto della radio

Arte e Cultura
Typography

L’apparecchiatura, oltre a rendere Marconi uno degli uomini più celebri del suo tempo, rese il mondo “un posto un po’ più piccolo”

Accadde oggi: 2 Luglio 1897, Guglielmo Marconi presenta il brevetto della radio
Accadde oggi: 2 Luglio 1897, Guglielmo Marconi presenta il brevetto della radio

 

Il 2 luglio del 1897 Guglielmo Marconi ricevette il brevetto per un’invenzione che cambiò per sempre la storia dell’uomo: la radio. Tre anni prima Marconi lesse per la prima volta i resoconti degli esperimenti sulle onde elettromagnetiche realizzati da Heinrich Hertz. Da quel momento lo scienziato iniziò una serie di esperimenti sulle trasmissioni a distanza – la telegrafia senza fili – che, nel giro di qualche anno, lo portarono a realizzare l’apparecchiatura che, oltre a renderlo uno degli uomini più celebri del suo tempo, rese il mondo un posto un po’ più piccolo.

Marconi e il “tasto” che cambiò il mondo

A Trieste c’è un “tasto” che ha cambiato la storia delle comunicazioni. Che da dato il via alla trasmissione senza fili, la radio, la televisione, la rete. Un mondo “wireless”. La rivoluzione telematica. La nascita del villaggio globale. Ma lo sanno in pochi. È conservato in una teca del Museo del Mare di Campo Marzio. È il piccolo tasto con cui il 26 marzo 1930 , alle 11.03, dalla nave Elettra ancorata a Genova presso lo Yacht Club italiano, Guglielmo Marconi invia nell'etere gli impulsi che, dopo avere percorso 14.000 miglia, giungono in Australia per accendere le 3mila lampadine del Municipio di Sydney.