Cade aereo, mamma e figlioletto trovati vivi dopo 5 giorni nella giungla
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 644 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Cade aereo, mamma e figlioletto trovati vivi dopo 5 giorni nella giungla

Mondo
Typography

Miracolo in Colombia, dove una giovane madre e il suo bambino sono stati trovati vivi cinque giorni dopo che il loro aereo è precipitato in una zona della giungla nel nord-ovest del Paese.

Il Cessna su cui viaggiavano, partito dalla cittadina colombiana di Nuquí e diretto a Quibdo, nel dipartimento di Choco, era sparito dai radar il 21 giugno poco dopo il decollo. I soccorritori hanno raggiunto l'aereo lunedì e hanno trovato il pilota morto in cabina, ma di Maria Nelly Murillo, 18 anni, e del suo bambino di cinque mesi non c'era traccia.

Un team di 14 persone ha quindi perlustrato la giungla per tre giorni prima di trovarli. La donna si era allontanata dal luogo del disastro per cercare aiuto, imbattendosi in una zona impervia della giungla. Nell'impatto la ragazza ha riportato alcune ferite e ustioni, mentre il piccolo è rimasto illeso. Ancora sconosciuta la causa dello schianto.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003