Follia omicida nel Palermitano, licenziato spara a due ex colleghi
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 351 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Follia omicida nel Palermitano, licenziato spara a due ex colleghi

Italia
Typography

Era stato licenziato sette mesi fa dalla cava di Trabia (Palermo) in cui lavorava Francesco La Russa, 49 anni, l'uomo arrestato con l'accusa di avere ucciso oggi due ex colleghi, un operaio e il direttore della cava.

L'uomo, che in queste ore viene ascoltato dagli investigatori della Squadra mobile di Palermo, intorno alle 12 si sarebbe presentato armato alla cava in contrada Giardinello e dopo un alterco avrebbe iniziato a fare fuoco uccidendo a freddo i due ex colleghi. L'inchiesta è coordinata dalla Procura di Termini Imerese (Palermo).