COSENZA, rapine in negozi a Rende, due arresti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 159 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

COSENZA, rapine in negozi a Rende, due arresti

Cosenza e Provincia
Typography

Bloccati dai carabinieri, agivano armati di coltello

COSENZA, rapine in negozi a Rende, due arresti
COSENZA, rapine in negozi a Rende, due arresti

COSENZA, 30 MAR - Sono stati arrestati i presunti responsabili di quattro rapine compiute nei mesi scorsi tra Cosenza e Rende. I carabinieri della Compagnia di Rende hanno eseguito due misure cautelari emesse dal gip di Cosenza su richiesta della Procura nei confronti di Attilio Benito Magnelli, di 33 anni, residente a Rende, a cui vengono contestate tre rapine compiute nel febbraio scorso alla yogurteria "Yogorino", al negozio "Acqua e sapone" ed al panificio "Conforti", e di Giovanni Bertocco, di 24 anni, di Rogliano, residente a Cosenza, già noto alle forze dell'ordine, accusato di una rapina ai danni della sala scommesse "Baraonda" di Rende. Nelle rapine contestate a Magnelli, l'autore aveva agito con il volto parzialmente coperto da un cappellino e armato di coltello. Il bottino, complessivamente, era stato di 1.600 euro. Nel caso della rapina alla sala scommesse, il bandito aveva agito armato di coltello e con il volto parzialmente coperto, aggredendo un dipendente e facendosi consegnare mille euro.